Contenuto principale

Messaggio di avviso

RSS

Puntasecca

Tecnica diretta di incisione del metallo (di preferenza il rame), per mezzo di una punta acuminata d’acciaio, che si impugna come una matita.
La differenza nell’esito grafico tra l’incisione a bulino e la puntasecca, consiste nel fatto che in quest’ultima, le cosidette “barbe” (rialzi del metallo ai bordi del solco), non vengono eliminate come nel bulino - nella puntasecca lo strumento “sposta” il metallo mentre il bulino lo asporta - permettendo così di trattenere l’inchiostro, generando sul foglio, quei caratteristici aloni neri vellutati attorno ai segni. La pressione esercitata dal torchio provoca un graduale schiacciamento delle barbe, e di conseguenza la perdita di quei valori chiaroscurali peculiari di questa tecnica pertanto le buone stampe non superano generalmente (se non si acciaia la lastra ) i venti esemplari.
Nella puntasecca su plexiglas, le barbe (inconsistenti) vengono eliminate come nel bulino, permettendo così di stampare un certo numero di esemplari.
Grandi interpreti della puntasecca furono tra gli altri: il “Maestro del Libro di Casa” (seconda metà del 1400), 1431, Andrea Mantegna, "l'Isola di Canturo" incisione calcografica a bulino e puntasecca, A. Dürer (1471-1528), A. Meldolla (lo Schiavone) (1520-1563), Rembrandt (1606-1669), E. Munch (1863-1944), O. Dix (1881-1969), M. Beckmann (1884-1950), E.L. Kirchner (1880-1938).

Drypoint

Direct technique of the metal etching (preferably copper), by means of a steel tip sharp, that is hold like a pencil.
The difference in the graphic outcome between the engraving by burin and by dry-point consists, in the fact that the so-called "scraps" (metal rises at the edges of the groove), are not removed as happens with the use of burin. We want to point out that in drypoint the tool "move" the metal while the burin removes it – therefore allowing to hold the ink, generating on the sheet, those characteristic velvety blacks halos around the signs.
The pressure applied by the press causes a gradual crushing of the metal scraps, and consequently the loss of those peculiar chiaroscuro features of this technique therefore the good prints generally do not exceed (if the slab is not duly treated with steeling process) twenty specimens.
In drypoint on Plexiglas, scraps (usually inconsistent) are removed as in the use of burin, allowing to print a much more considerable number of copies.
Great interpreters of drypoint were among others: the “Maestro del Libro di Casa” (second half of 1400), 1431, Andrea Mantegna, "l'Isola di Canturo" engraving intaglio with burin and drypoint, A. Dürer (1471-1528), A. Meldolla (lo Schiavone) (1520-1563), Rembrandt (1606-1669), E. Munch (1863-1944), O. Dix (1881-1969), M. Beckmann (1884-1950), E.L. Kirchner (1880-1938).

Progetto, Dry Point for Rolwal...
Personale 2016 Archivio di Sta...
Personale 2015 Digitale e la p...
Louise Bourgeois
Louise Bourgeois
Dettaglio
Il bacio
Il bacio
Dettaglio
Tormento
Tormento
Dettaglio
Insieme
Insieme
Dettaglio
Insieme
Insieme
Dettaglio
Pesci
Pesci
Dettaglio
Il filo del destino
Il filo del destino
Dettaglio
omaggio a Francesca Woodman
omaggio a Francesca Woodman
Dettaglio
In caduta
In caduta
Dettaglio
Volte a capriate, Mantova, puntasecca
Volte a capriate, Mantova, pun...
Dettaglio
Liberty, Travata
Liberty, Travata
Dettaglio
Paesaggio, puntasecca
Paesaggio, puntasecca
Dettaglio
Attrezzi da lavoro, Travata, puntasecca
Attrezzi da lavoro, Travata, p...
Dettaglio
Scaffali Archivio, puntasecca
Scaffali Archivio, puntasecca
Dettaglio
Portici Mantova, puntasecca
Portici Mantova, puntasecca
Dettaglio
Piano terra Archivio, puntasecca
Piano terra Archivio, puntasec...
Dettaglio
Acqua, puntasecca
Acqua, puntasecca
Dettaglio
San Sebastiano, puntasecca
San Sebastiano, puntasecca
Dettaglio
Il bibliotecario, puntasecca
Il bibliotecario, puntasecca
Dettaglio
Luce e ombra, puntasecca
Luce e ombra, puntasecca
Dettaglio
 
 
Powered by Phoca Gallery