• Il tuo lavoro ha una contemporaneità che richiama non visioni storiche o analisi critiche, ma una lettura neuroscientifica con neuroni specchio dalla velocità di approccio superiore ai tempi di una estetica tradizionale. I lavori interessanti che ho visto non hanno rilevanza storica, non seguono una logica deduttiva, ma hanno un carattere fenomenico mediato dalla coscienza. É tutta un'altra storia!  Nerio Rosa
  • Incisione. Dedicata e appassionata ad argomenti e settori così importanti, preziosi. In un tempo così dinamico che tutto consuma e divora, il tuo occhio attento consegna, e custodisce, la memoria di luoghi e di simboli, di un altrove che sembra diventare lontano, e di cui ne sigilli invece il valore e la ragione del sempre. D. Giaco
  • Daniela Savini è capace di mettere in campo nelle sue opere tutte queste domande ponendo l’uomo nudo di fronte a se stesso e al suo difficile percorso di vita. E’ una giovane testimone del suo tempo, un’età in cui sono poche le certezze, molti gli interrogativi e rare le risposte.   R. Fiorini

  • Savini, che è pittrice per eccellenza della più grande crisi d’identità che abbia mai afflitto i due sessi come nell’epoca attuale; tratteggia la sua visione di un mondo che riflette la crisi dell’uomo e della donna, non più in sintonia con i valori della tradizione e nel contempo non completamente sicuri dei nuovi valori che li vedono cambiati, ma ancora non in possesso della loro nuova identità come questa si prospetta nel giungere dei tempi nuovi.  R. Mascialino

  • Artista dall’attualissima e per certi versi anche audace visione del mondo. I suoi dipinti riflettono una visione del mondo articolata e profonda, ricca di fini risvolti simbolici.  Importante tra le ulteriori prospettive artistiche presenti nella sua produzione sono la sua visione sia dell’uomo attuale la cui crisi di valori identitari essa esprime nelle sue tele raffigurando un uomo non più sicuro di sé come un tempo, sia della donna attuale che acquisisce anch’essa nell’opera della Savini  tratti psicologici non più totalmente in linea con il suo passato tradizionale.  R. Mascialino

Sguardo sull'Incisione. 8^ Biennale di Incisori Contemporanei - Castello di Codego, Treviso

“Sguardo sull’incisione. 8^ Biennale di Incisori Contemporanei”  Sguardo sullIncisione 19 Invito 105x21 Nov19 1

Inaugurazione  domenica 1 dicembre 2019 alle ore 11:00

presso Villa Priuli in via Marconi 82 a Castello di Godego (TV).

presentazione a cura di Federica Vettori e Gianfranco Quaresimin

1 - 22 dicembre 2019 - Villa Priuli e Barco Mocenigo

Mostra monografica: Cesco Magnolato (Noventa di Piave, 1926)
Collettiva: Sandro Bracchitta, Maria Rosanna Cafolla, Giovanni Dettori, Franco Fanelli, Erica Forneris, Arianna Loscialpo, Paolo Petrò, Roberto Rampinelli, Daniela Savini, Mattia Serra

 Il salone di Villa Priuli, sede della Biblioteca comunale e del Museo civico, è dedicato interamente all’opera del maestro veneziano Cesco Magnolato. Nei locali del Barco Mocenigo, antica scuola di restauro, viene presentata invece una collettiva di dieci autori provenienti da tutta Italia, rappresentativi delle tendenze attuali di questa espressione artistica.

La cura di questa nuova edizione della Biennale è del maestro incisore Renato Tonietto e del maestro restauratore Ugo Gazzola, con la collaborazione dell’operatrice di biblioteca Valeria Cusinato e il supporto del Comitato di Gestione del Centro culturale di Villa Priuli. Sguardo sullIncisione 19 Invito 105x21 Nov19 2

Ingresso libero 

Orario apertura:

Da Martedi a venerdi : 15.00 - 19.00

Sabato e Domenica : 10.00 - 12.00 / 15.00 - 19.00

per info: Biblioteca Comunale di Castello di Godego
Centro Culturale - Museo Civico Villa Priuli
Tel. 0423/761185 - 0423/761184
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.godego.tv.it
Sito Web: http://bit.ly/bibliotecacastellodigodego

 http://www.barcomocenigo.it/attivita-culturali/eventi/sguardo-sull-incisione-8-biennale-nazionale-di-incisori-contemporanei-a-castello-di-godego-tv,2,722

 

FoyEr FIIC 2019 - Trento

"Tra finzione e realtà" 23 novembre - 7 dicembre 2019

28 incisori selezionati per il Premio FoyEr FIIC 2019 - FoyEr di via Galilei, 26  Trento

Terry Agostini, Kenya
Laura Allegro, Paesaggio marino
Rosario Amato, La bambina e la bambola di Kafka
Desi Capelli, Pagine
Sandro Chinellato, La maschera
Gian Franco Civitico, E Imagerie d’epinal
Emanuele Convento, Chimera onirica
Gianfranco Dal Sasso, L’alba in un maestoso bosco: il risveglio della natura
Eleonora del Giudice, Fàsma
Gianni Favaro, A Venezia
Luigi Golin, Silenzio
Elisabetta Gomirato, Geografie di pensieri-compenetrazioni e confini
Paolo Graziani, Tra finzione e realtà
Valentina Gudina, Nave dei folli
Polina Karpunina, Trittico, senza titolo
Christine Kertz, To be or not to be
Paola Lucrezi, Daughter Day
Chiara Milione, Osmosi
Maurizio Muolo, Ancora tu
Donato Musto, La verità
Serena Pagnini, Il banchetto II
Elisa Pellizzari, Metamorfosi di una frattura
Marco Poma, Foschia
Daniela Savini, I am a rose
Davide Schileo, Ascesa
Severino Spazzini, Tra finzione e realtà
Cristiano Vettore, Il grande mattino, tra i monti soffiano venti antichi
Roberta Zamboni, Ai cercatori del tempo infinito

eventi previsti per il FIIC 2019:
- sabato 23/11 anteprima della mostra per la Giuria Popolare che decreterà il vincitore del FIIC 19
- domenica 24/11 in diretta streaming (sperando che la connessione non ci abbandoni) verranno svelati i nomi degli otto finalisti selezionati dalla nostra Giuria Tecnica. La diretta verrà fatta dal teatro di Villazzano dove debutterà lo spettacolo indispArte, primo appuntamento del Festival Fantasio con cui collaboriamo
- apertura della mostra al pubblico: dal 25 nov. al 07 dic. dal lunedì al venerdì 10.00-12.00 e 16.00-19.00
- 2 dic. ore 20.30 apertura straordinaria della mostra: presso il FoyEr si terrà una lezione aperta tenuta dal Prof. Flaim dell'Università di Trento e dagli otto registi partecipanti a Fantasio sul testo di Ionesco a concorso
- 4 e 5 dicembre: serate finali del Festival Fantasio al teatro di Villazzano. In quest'occasione esporremo nel foyer del teatro le opere degli otto finalisti e il pubblico avrà la possibilità di esprimere il proprio gradimento
- 7 dicembre ore 17.00 conclusione del festival. Il finissage sarà l'evento ufficiale della manifestazione: presentazione del festival e della mostra e verrà annunciato il vincitore.
 

International Biennial of Contemporary Engraving "Iosif Iser" - XIII edition, 2019

The prizes of the International Biennial of Contemporary Engraving

"Iosif Iser" - XIII edition, 2019

Premiile Bienalei Internaționale de Gravură Contemporană

„Iosif Iser“ – ediția a XIII-a, 2019

Prahova County Museum of Art "Ion Ionescu-Quintus" opens Wednesday, December 4, 2019, at 1700, at the headquarters of the museum in Ploiesti, 1 Independence Av., the exhibition of THE "IOSIF ISER"INTERNATIONAL CONTEMPORARY ENGRAVING BIENNIAL THE 13th EDITION, PLOIEȘTI, 2019